Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

 

italiano

tu sei qui: Home Abruzzo Chieti, Pescara e Teramo Tollo

Strutture

Primo Piano

Qui ti proporremo informazioni e curiosità riguardanti l'area che stai visitando.

I più visitati in Tollo

  • Cantina Tollo Vini Abruzzesi

    Proporre un vino al mercato è comunicare agli altri il proprio essere, la propria filosofia, una cultura antica che viaggia attraverso profumi, sensazioni, ricordi. Un omaggio alla qualità nella vita per una promessa sempre mantenuta da Cantina Tollo:...

Stampa questa pagina Segnala via e-mail

Condividi:
fb-like
g-plus

Tollo

Descrizione

Importante centro di produzione vitivinicola in provincia di Chieti, Tollo sorge in un'area collinare tra il fiume Arielli ed il torrente Venna. Quasi totalmente distrutta durante i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale, sono poche e rare le tracce architettoniche che potrebbero aiutare gli storici a fare chiarezza sull'origine del borgo. Sebbene numerosi studiosi sostengano l'origine romana del toponimo, una corrente di pensiero più accreditata ritiene, invece, che esso derivi dalla presenza in loco di alcuni Crociati provenienti dalla città francese di Tulle tra l'XI ed il XII secolo. Nel 1566 circa subì gli attacchi della pirateria turca, durante i quali si dice che avvenne il miracolo dell'apparizione della Madonna del Rosario che salvò Tollo. Intorno al XVIII secolo il paese passò sotto il dominio dei Borboni, entrando a far parte del Regno delle Due Sicilie.Tra il 1707 e il 1775 passò alla famiglia di Ruggero d'Altavilla ed in seguito divenne un feudo di proprietà dei baroni Nolli.

Da vedere:
- la chiesa di santa Marina, risalente al 1450 e completamente distrutta durante i bombardamenti della Seconda Guerra mondiale. Fu, successivamente, ricostruita presso il cimitero;
- la Chiesa della Madonna Assunta, in cui è custodita una bella statua della Madonna del Rosario;
- il Palazzo baronale della famiglia Nolli.

Mappa

La pagina web di questo paese è stata visitata 18.094 volte.

Carrello Contatti

Clicca sull'icona del carrello per creare una lista di strutture da contattare.

Scegli la lingua

italiano

english